venerdì 18 gennaio 2013

B: bastoni e Barbapapà nella sabbia


Sabbia e bastoni
I nani, 3 ed 1 anno, maschi, sono in pace con se stessi solo quando hanno un bastone (o qualsiasi corpo contundente che funga da  surrogato ... bottiglie di plastica vuote, rotoli di carta da cucina, riviste arrotolate ... ) tra le mani.
Mamma :-P decide che, invece di trovarsi a sgridare n volte al giorno i nani per l'uso dissennato di tali oggetti, forse è più opportuno permettere l'uso di bastoni, ma di quelli veri, purchè all'aperto. Si parte così all'avventura ... e già, perchè provare a cercare dei bastoni veri in città ... mica è cosa facile!

Allora, i bastoni veri, secondo me, insegnano un bel po' di cose. Intanto, ecco, bisogna trovarli. Poi si scopre che non sono tutti uguali. Hanno colore, forma, peso molto diversi. Sono sporchi o puliti, lisci o ruvidi ... un mondo! Si scopre che si possono adattare alle proprie esigenze spezzandoli (con le mani o aiutandosi con i piedi o le ginocchia), si possono appuntire o "sbucciare". Si deve stare attenti a prenderli perchè qualcuno può pungere o graffiare. Vedo che l'occhio dei due nani, già dopo pochi minuti, diventa bravissimo ad individuare i bastoni ... e siamo solo nella piazzola del parcheggio del parco, che sarà l'ambiente di molte delle nostre scoperte.

Barbabravo: sabbia e bastoni
L'oggetto bastone è divenuto così affascinante che l'uso come corpo contundente per riempirsi di mazzate (gioco in voga tra i due nani appena subentrano noia o stanchezza) è passato in secondissimo piano. Anzi, il grande si offre anche di aiutare il piccolo a trovare un bastone per lui: Bene!
La sorpresa successiva è scoprire che con il bastone si può disegnare sulla sabbia (la piazzola del parcheggio, vivaddio, non è asfaltata ma coperta di sabbia) ... e i piccoli artisti si adoperano coi loro bastoncini a fare righe e righette. Il nano grande, che pure non è molto propenso a disegnare, mi mostra orgoglioso il suo barbapapà (nella foto: come non riconoscerlo!), anzi, mi specifica che è barbabravo, quello azzurro.

Propongo di inoltrarci nel parco, ma ai nani piace troppo trafficare con la sabbia ... così la prima uscita a caccia di bastoni si conclude nel parcheggio e poco oltre ... l'ora di pranzo è vicina ed è meglio correre a casa per mangiare ... altrimenti subentrano fame e stanchezza ... e si ricordano che coi bastoni si possono sempre dare un sacco di mazzate! :-)

2 commenti:

  1. Si sa che ai bambini basta davvero poco per divertirsi: siamo noi adulti che a volte non glielo permettiamo! W le cose semplici.
    Sono capitata qui per caso: ti ho conosciuta perchè anch'io partecipo al Contest de "Il mondo da scoprire".
    Complimenti davvero per il tuo blog... vorrei segnarmi come tua follower ma non trovo la "casellina" per farlo!
    Passerò comunque di tanto in tanto
    Ciao
    Maria Chiara

    RispondiElimina
  2. Ciao Maria Chiara,
    grazie per il tuo interesse! Come avrai visto, il blog è nuovo nuovo, e ancora non ho dedicato molto tempo alle colonne laterali ed alle cose che ci si possono inserire. Ho aggiunto la notifica per e-mail dei nuovi post, ora cercherò quella per i follower, grazie per il consiglio!
    Il Contest ha aperto anche a me un mondo di mamme piene di energia: bello! vuol dire che i nostri cuccioli, in cambio della fatica che ci fanno fare, ci regalano la possibilità di vedere il mondo con occhi nuovi! A presto

    RispondiElimina