domenica 20 gennaio 2013

D come dolce ...

... ciambellone, nella fattispecie.
Oggi decido che piove troppo e non ce la faccio ad affrontare un'escursione ... però è un'ottima occasione per occupare i nani in un'attività creativa e sporchevole anch'essa: la cucina!
E così, dopo aver ragionevolmente sgomberato lo spazio sacrificale (circa 2m per 2m... troppo pochi, ma quelli abbiamo), appronto:
- micro grembiuli da cucina; sarebbero meglio i grembiuli plastificati per attività, ma sono ancora stesi ad asciugare
- tavolo in plastica di altezza nanica (non ringrazierò mai abbastanza l'ikea per averli diffusi)
- ricetta facile facile (appena trascritta sotto accurata dettatura telefonica di Nonna S ... cosciente delle mie scarse doti culinarie e scettica che possa essere un'attività che una persona sana di mente intraprenderebbe coi due nani): il ciambellone bianco e nero! Quando eravamo piccoli e lo faceva la nonna a me e mio fratello piaceva da pazzi "aiutarla" leccando mestoli, fruste e cuccumelle! :-)
- vari contenitori infrangibili
- 2 fruste
- 2 passini (non servono per la ricetta, ma come diversivo in casi estremi ... non sono appuntiti/pesanti e esercitano, chissà perché, un effetto calamita sull'attenzione dei nani)
- vari cucchiai
- 1 bicchiere dosatore (ahinoi, risulterà essere vittima sacrificale dell'esperienza...Mamma :-P e nani ne danno il triste annuncio: si è infranto dopo che nano piccolo, colto da improvvisa e incontenibile necessità di sperimentare la forza di gravità, ... l'ha lanciato giù dalle scale)
- farina
- zucchero
- uova (i nani non aspettavano altro ... la cerimonia di rottura delle uoouuuo, come dice nano piccolo quasi slogandosi la lingua nello sforzo, è un must!).
- sorriso complice ed entusiasta che accompagna la frase "Bambini, vi va' di aiutarmi a fare una torta???"
"Siiii!" si comincia!
Nano Pasticceri
Primo rompere le uova, ci pensa nano grande in un contenitore infrangibile, nano piccolo è incaricato di buttare i gusci nel nostro "secchio dei vermi" (che sarebbe il secchio dell'umido, che poi va' in compostiera ... che per noi è la "casa dei vermi").
Mentre togliamo i pezzi di guscio caduti tra le uova, disquisiamo sul perchè li togliamo; nano grande non la ritiene pratica necessaria neanche quando gli spiego di nuovo da dove vengono le uova, e che il sedere delle galline non è proprio pulitissimo. Si convince un po' di più quando gli dico che sono duri e ci darebbero fastidio ai denti.
Comunque, riusciamo a togliere tutti i gusci. Ora dobbiamo sbattere le uoouuuo con lo zucchero: armati di fruste i nani spargono in giro un po' di composto. Il recipiente dai bordi molto alti, comunque, aiuta a contenere danni peggiori. Continuo io a sbattere le uova e metto i nani a misurare lo zucchero: con il cucchiaio lo pescano dal sacchetto e lo mettono nel bicchiere dosatore fino al punto che gli indico con un pezzetto di nastro adesivo (quello da carrozziere, prezioso alleato in molte attività per nani). Serve solo un pccolo aggiustamento (in difetto) da parte mia, sono stati bravi! Ora travasiamo lo zucchero nelle uova e via giù a sbattere di nuovo, prima loro, poi intervengo io perchè si sono stancati e hanno sporcato un bel po'.
Ora tocca alla farina, li rimetto a misurare, cambiando il punto del nastro adesivo. A nano grande, che è della vergine e molto preciso, piace un sacco riempire i contenitori ... a nano piccolo piace rovesciarli. Quando sono freschi e collaborativi va' tutto abbastanza bene ...ora però iniziano ad essere stanchi ... perciò mi aspetto di tutto. Quando il grande è a buon punto, il piccolo svuota per terra la farina. Tutto previsto! Rendo il dosatore al grande e fornisco il piccolo di un contenitore tutto suo, in cui mettere la farina che raccoglie da terra col cucchiaio. I travasi hanno sempre il loro fascino. Nel farlo però nano piccolo mangia almeno due cucchiaiate intere di farina...no comment.
Il grande però ha ormai perso l'estro del cuoco e si è dato all'arte ...  con la farina rovesciata sul tavolo stà improvvisando l'interpretazione del lupo ne "Il lupo e i 7 capretti", la sua fiaba preferita del momento: siamo alla scena in cui il lupo, per farsi aprire la porta di casa dai capretti, si cosparge di farina le zampacce nere per farle sembrare le bianche zampette di mamma capra ... E' felicissimo: maniche tirate su e braccia infarinate! Da Oscar!
Finisco io di misurare la farina, ci metto pure il lievito e l'aggiungo all'impasto, cui avevo già aggiunto l'olio (ecco, con l'olio i nani preferisco non coinvolgerli, è al di là delle mie capacità l'idea di rimediare ai danni che ne deriverebbero).
Nano Pasticcioni
 Ormai li ho persi, c'è farina ovunque ed orme di nani imbizzarriti per tutta casa. Tiro fuori i passini e glieli do', tenendoli buoni ancora un po' a spargere farina sul tavolo, mentre ormai finisco io di dividere l'impasto in due ciotole, in una andrà la scorza di limone, nell'altra il cacao. Mostro loro questo "miracolo" della colorazione dell'impasto e glielo faccio assaggiare; nano grande decide che al massimo può assaggiare quello giallo (non è mai stato un goloso), il piccolo si fionda sul cioccolato e riesco a riavere il contenitore solo dandogli da leccare la frusta al cioccolato.
Imburriamo e cospargiamo insieme la teglia di pan grattato e, mentre loro giocano con il pan grattato rimasto (li attrae la consistenza diversa rispetto a quella ormai esplorata della farina) verso i due impasti nello stampo e inforno. Mentre la torta cuoce, via a fare le indispensabili pulizie dello scenario di guerra (... sarebbe stato moolto più facile affrontare un'escursione sotto la pioggia...:-)
Scenario di guerra: scusate la foto mossa... ma davanti a certe scene è difficile mantenere i nervi saldi! :-)
Sgrullo me e i nani dalla farina in eccesso, mi armo di aspirapolvere (menzione d'onore al suo inventore) e a seguire di straccio e detersivo per le chiazze ostinate.
Il divano, prima marrone, ora è completamente bianco: aspirapolvere e pezzetta umida anche per lui. Aspetto di tirare fuori la torta dal forno e via, bagno ai nani!
Concordiamo tutti, papà compreso, che il risultato non è stato malaccio! Anche se nano grande si ostina a mangiare comunque solo la parte bianca :-)

Ciambellone bianco e nero

Nessun commento:

Posta un commento