mercoledì 6 febbraio 2013

C di coccinella



L'incanto della coccinella a febbraio
Che meraviglia, vederla lì sull'erba ai primi giorni di febbraio, una goccia rossa in un mare verde brillante! Subito siamo corsi a guardarla e, preso coraggio, nano grande si è offerto di prenderla in mano. Ovviamente la coccinella aveva altri programmi e si è tuffata nell'erba esibendosi nella cosiddetta tanatosi, la tecnica difensiva con cui l'insetto si finge morto per sottrarsi ai predatori. Ma noi non ci cadiamo ... e la prendiamo ugualmente perchè è troppo bella per non guardarla da vicino! Spiego a nano grande come prenderla senza farle del male ... e sperando che la coccinella non si esibisca anche nell'emafrorrea (altra tecnica difensiva con cui l'insetto emette delle goccioline di liquido dall'odore e dal sapore nauseabondi, per dissuadere gli eventuali predatori dal mangiarla). La coccinella si ambienta quasi subito sulla manina che, anche se un po' timorosa, si fa' esplorare.
Nano piccolo ci osserva combattuto, vuole guardare l'insetto, ma non si fida a toccarlo, tantomeno a farsi passeggiare addosso da quella cosetta rossa che corre su e giù! Vuole però che il fratello la prenda e, appena la coccinella cade nell'erba, insiste perchè la riprenda.
Quando la piccola saetta rossa si avventura sulla manica e poi sulla schiena di nano grande, che non si aspettava tanta iniziativa da un insetto così piccolo ... nano piccolo fa' l'espressione eloquente "lo sapevo, io, che non c'era da fidarsi di quel coso!"
La coccinella nell'erba
Riprendo la fuggitiva e la metto sulla manina del nano.
Dopo un po' la coccinella si stanca dell'esplorazione del cucciolo d'uomo, e ci mostra le sue insospettabili alucce nere, che teneva ben nascoste sotto le elitre rosse e nere... quante sorprese in una cosetta così piccina!
 Fa' un voletto sulla manica e poi ci saluta, tornando su un filo d'erba.
Decidiamo di lasciarla andare, la ringraziamo per essersi fatta guardare così da vicino, le auguriamo buona giornata e ce ne torniamo anche noi a correre nell'erba!

Nessun commento:

Posta un commento