Strumenti


Per condurre dei cuccioli d'uomo alla scoperta della Natura, ci sono pochi ma fondamentali strumenti:

- il Tempo: ovvero la voglia e la pazienza di trascorrere del tempo con i nani. Sarà oggettivamente poco (in età prescolare la soglia di attenzione è bassina) ma intenso e richiederà mooolte, moltissime energie

- la Tattica:  voi vi stancate (fisicamente) molto prima dei nani ... perciò è utile proporre attività in cui LORO si stancano e voi risparmiate le energie che inevitabilmente verranno richieste per il seguito dell'uscita (rientro a casa, cambio pannolini e abiti, pappa, bagnetto, nanna,....).
Altro consiglio "tattico": nella proposta delle attività, ogni volta che è possibile, scegliete quelle che divertono anche voi ... questa scoperta l'ho fatta osservando mio papà quando gioca coi suoi nipoti ... riesce sempre a coinvolgerli ... perchè è lui il primo a divertirsi con loro :-)
"los niños sienten qién los quieres" (i bambini sentono da chi sono amati) ho sentito dire una volta da una saggia nonna sudamericana ... e sentono anche chi ha veramente voglia di passare del tempo o giocare con loro.

Eucalipti al Parco della Cellulosa
- la Location: ovvero lo spazio verde da esplorare. L'ideale sarebbe disporre di un ampio spazio il più possibile "selvatico", come un bosco, ambiente ideale per l'esplorazione perchè articolato, vario, ricco di sfide e di materiali.
Purtroppo per i bimbi urbani è merce rara, almeno ad un tempo ragionevole da casa ... sarà perciò necessario ripiegare su altri luoghi e ritagliare per i week end e per i giorni di ferie delle vere avventure "into the wild". Ottimi comunque tutti gli spazi aperti e verdi, dai parchi pubblici, ai giardini di casa, agli orti... in mancanza di meglio, è prezioso anche qualche vaso sul balcone!
Ovviamente starà ad ognuno individuare il miglior compromesso tra selvaticità, comodità e sicurezza ... eh sì, anche sicurezza, perchè in ambiente urbano selvatico può voler dire anche sporco e pericoloso, perciò è importante - prima di sguinzagliare allegramente i cuccioli - esplorare insieme con cautela la location individuata e farsi un'idea di chi frequenta l'area. Se l'età lo consente, sarà utile spiegare ai nani gli eventuali pericoli.

Per i nani di Manine Verdi, la location privilegiata (perchè per noi è il miglior compromesso distanza/selvaticità) è divenuta il Parco della Cellulosa, e ringrazio qui il "Comitato promotore per la tutela e la salvaguardia della riserva naturale del Parco della Cellulosa" per aver presidiato questo importante polmone verde e spazio pubblico!
Qui, ad una distanza ragionevole da casa (10' di auto), troviamo un'area piena di alberi, materiali, natura e persone, ideale per le nostre incursioni nella natura!


Menzione particolare meritano le aziende agricole, sempre più fattorie, infatti, aprono le proprie porte ai visitatori. Oltre ad agriturismi e fattorie didattiche, anche presso le aziende agricole che effettuano vendita diretta è possibile, accordandosi ovviamente con i titolari, effettuare delle escursioni a portata di bimbo.
Per la mia esperienza, l'azienda agricola risulta anche un buon compromesso per la sicurezza, ovvero è uno spazio verde, aperto, ma presidiato; cosa che evita alcuni tipi di pericoli (vedi i nostri incubi ricorrenti: siringhe, sporcizia, criminalità, ... che possono effettivamente essere presenti in ambito urbano). Dispone di servizi igienici e assicura assistenza in caso di necessità. Ovviamente in campagna ci sono altri rischi (incontri ravvicinati con animali, attrezzature di lavoro, ...), ma nulla cui non si possa ovviare con un po' di buon senso.
Durante il mio percorso professional-passionale con Il lombrico sociale ed AiCARE ho avuto (ed ho) la fortuna di conoscere aziende agricole (ed esperienze assimilabili) particolarmente illuminate, qui la mappa in cui cerchiamo via via di raccoglierle e raccontarle.


- Attrezzatura: indumenti adatti per la stagione e per l'attività. Sicuramente comodi e da strapazzo. Accessori impermeabili e contenitori per raccogliere trofei. Un po' di cibo, energetico e salutare, ed acqua se manca la fontanella. Qui un'idea dell'attrezzatura base per l'inverno.

 Questi gli strumenti per iniziare ad esplorare insieme la natura. Molte le incognite che troveremo, ma queste le Certezze: di sicuro ci si sporcherà, probabilmente ci si procurerà qualche graffio e ammaccatura, succederanno cose imprevedibili, si incontreranno cose nuove e, soprattutto, ci si conoscerà un po' meglio sia noi stessi che i nostri instancabili nani!

Nessun commento:

Posta un commento